Oggi vi spiego lo SPORNOSEXUAL 

GLI SPORNOSEXUAL

Oggi piove.

Ma il maschio estetico ha iniziato la stagione.
Immagino siate ancora fermi ai METROSEXUAL, capitanati dal celebre Beckham, ma si sa , le abitudini cambiano. Dal 1994, anno in cui viene coniata la definizione da Mark Simpson, la generazione di questi salutisti dell’estetica si è oltremodo evoluta.
La banda dei METROSEXUAL, tendenzialmente benestanti, alla moda, attenti all’ultimo cosmetico di grido, frequentatori di solarium, è stata assolutamente sorpassata dall’ormai attualissimo SPORNOSEXUAL.
Discende dal precedente – non come noi banali esseri umani che arriviamo dal Sapiens- e ha una nuova missione nel mondo: essere desiderato.

Lo fa a qualunque costo e con grande sforzo, soprattutto fisico ( il cervello è a casa che riposa).

Lo SPORNOSEXUAL unisce lo sport al divo del porno – salvo poi testarne le effettive doti- e declina le velleità del suo predecessore preferendo la palestra e il sole naturale. La sua attenzione è totalmente rivolta all’eccellenza fisica, per poter camminare fieramente in pieno centro città con la canotta incollata ai pettorali scolpiti, l’unico accessorio davvero fondamentale.
Noi estetiste li conosciamo bene.
Entrano scavalcando chiunque sia seduto in reception – sì perché se sono rudi e un po’ sprezzanti si sentono meglio – fissando la segretaria dritta negli occhi e spargendo testosterone ( per fortuna nel 98% dei casi la segretaria è vaccinata ) , sistemando il bracciale di cuoio o l’orologio INPURAPLASTICANERA da otto chili , mugugnando ” un qualcosa”.
Le devi intuire, queste moderne protoscimmie. Non è che amino spiegarsi. Tentano il passaggio tra cervello e cervello, dimenticando, come detto sopra , che il loro è a casa.
Cosa chiedono di fare qui da noi? Ovviamente in primis la ceretta sul petto e le sopracciglia ( ditelo : piaceva più Beckham anche a voi) ma con richieste al di là del fattibile: CHE NON SI VEDA.

Ora.

Come glielo spiego a questo armadio a sei ante che tra l’entrare orso delle nevi e uscire liscio come il sedere di un bambino c’è differenza? Che per poco che intervenga sul suo sopracciglio monolitico qualcosa si noterà ?

Perché ovviamente questo simpaticone dall’estetista ci va, ma NESSUNOLODEVESAPERE.
Fa le sue richieste spargendo note di “AXE TITROMBOFINCHÈHAIFIATO” pensando di impressionarti, mentre tu immagini solo le fatiche di sua madre, che ha pure tentato di farlo studiare sto ragazzo, e invece le torna a casa la sera dopo la palestra unto come un branzino pronto per il forno e le sopracciglia DEPILATEMAPOCO.
In palestra si ammazza.

Fa pesi, salta, squotta e grugnisce di fatica. E se in palestra non ci può andare si allena in cantiere. Fa lavori di mostruosa forza, spacca muri, abbatte porte, trivella pavimenti. Rigorosamente in canotta. Tanto le ascelle sono depilate e le braccia pure.

Tatuaggi? No grazie. Rovinerebbero l’insieme. Sia mai che distolgano lo sguardo dalle vene rigonfie, dai super muscoli, dalla super barba.
E noi, poverette, che possiamo fare?

Una cosa sola: non avere posto.

Ma nemmeno per le sopracciglia? Eh…già …
Grazie. E arrivederci anche no.

Annunci

2 thoughts on “Oggi vi spiego lo SPORNOSEXUAL 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...