L’ANALFABETISMO FUNZIONALE IN ESTETICA

ANALFABETISMO, ovvero l’incapacità completa di leggere e scrivere a causa della mancata istruzione. Senza α e β , ossia , le basi.

Il fenomeno sta lentamente scomparendo, fortunatamente, grazie all’obbligatorietà scolastica. Non mandare il proprio figlio a scuola -per quanto sia prevista anche l’istruzione parentale- comporta l’inosservanza di un dovere, da codice penale.

Il fenomeno preoccupante però oggi è un altro. Una volta, se pensavi ad un analfabeta, visualizzavi un tizio dimesso che in modo impacciato metteva una X al posto della firma. Adesso invece devi pensare ad un altro tipo di analfabeta: quello FUNZIONALE.

L’analfabetismo funzionale riguarda 3 italiani su 10, il dato PIÙ ALTO in Europa. Significa che se sei in sala d’attesa con altre nove persone, tre di loro ( spero non tu) sono facilmente in difficoltà. Sanno leggere e scrivere, ma non sanno comprendere un testo o un articolo, appassionarsi a uno scritto, interpretare un grafico… Non riescono dunque a decodificare in modo chiaro la complessa realtà sociale che li circonda, di cui ne hanno una visione a due poco basilare.

Perché ?

Secondo me perché non si legge più. Parlo di libri, eh, quelli di carta che stanno sugli scaffali. Ci sono persone, a mio avviso specie sotto i 30 anni, per cui anche solo tenerne uno in mano è uno sforzo.

Incredibile.

È per questo che nella mia attività faccio spesso comunicazioni SEMPLICI. Ci provo insomma. Ma in effetti alcune cose -ad esempio i nuovi trattamenti- hanno bisogno di una spiegazione che vada un pó al di là delle tre classiche righe.

Poi purtroppo ho questo difetto per cui mi piace rendere tutto poetico e non riesco a scrivere semplicemente MASSAGGIO. Mi trovo a sostituirlo con “LUNGHE E LENTE MANUALITÀ AVVOLGENTI”. Per non parlare della pulizia del viso che al Ninfeo è “IL RITUALE DERMOPURIFICANTE”.

Non ci posso far nulla. I miei trattamenti non riesco a lanciarli su carta stile elenco telefonico come fa la Bettina del negozio all’angolo…

Il problema è che poi , rientrando nella maledetta statistica delle tre clienti su dieci, i miei testi risultano ostrogoto antico.

“Ma per epilazione con cera a freddo, intendi la ceretta?”

Me la cerco. Potrei scrivere ceretta. Al posto di inguine mettere patata. O inserire a listino il massaggio frantumante per la cellulite. La seduta levacalli. L’ accorciamento degli artigli, o il trattamento spaccaciccia. Perché insistere con la depilazione del labbro superiore se poi loro mi chiedono di togliere i baffi. 

Con la pagina Facebook peggio che andar di notte. Il giorno dopo la pubblicazione so già quale sarà il tenore delle telefonate.

“Stefania scusi, ho letto su INTERNET -la pagina ndr- di quella COSA NUOVA SUI PIEDI. Quella con la foto della legge (???) ma non ho mica capito niente io, eh! Vorrei solo sapere Stefania, voi siete ancora CALLISTE o no?”

Ecco. Tanta fatica e tu sei la callista. 

Stefania, vorrei un appuntamento per far SALTARE lo smalto e poi magari provo quella cosa lì dei BARBARI”. Povera. Era difficile. Sta parlando di manicure, solvente per unghie e rituale berbero. 

Mi fanno tenerezza. Si fidano a tal punto che provano il trattamento anche se non hanno capito assolutamente nulla di quello che andranno a fare. Ne rimangono talmente affascinate che lo raccontano all’amica, ovviamente con parole loro, e l’amica come nelle migliori catene di Sant’Antonio rimane rapita da questo delirio. E ci chiama. E non vi dico in che modo prende appuntamento. Come minimo dai barbari siamo agli zingari. E si ricomincia da capo.

Ma io non mollo.

Adoro le mie clienti e uno dei miei scopi è anche istruirle. Prepararle al mondo. Così quando andranno alla SPA del villaggio turistico di Marratrash potranno dire ” anche la mia estetista le fa queste robe qui, ma lei ME LE SPIEGA”.

Le salverò tutte.

Un consiglio. Se volete darmi una mano, perché anche voi sicuramente un’amica con questi problemi l’avete, ditele di smettere di leggere Cosmopolitan o ViverSanieSnelli. Un romanzetto, anche leggero, fa meglio.

Per i consigli estetici ci pensiamo noi. Ok?

Annunci

6 thoughts on “L’ANALFABETISMO FUNZIONALE IN ESTETICA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...