C’ERA UNA VOLTA UNA PICCOLA STAZIONE

Cuneo, Piemonte.
C’era una volta una piccola stazione.

Partivano da quella che oggi è nota come “la stazione vecchia” treni carichi di viaggiatori e studenti che andavano nella vicina Mondovì, o in Francia, passando per la deliziosa Borgo San Dalmazzo.

Le dinamiche dei trasporti sono molto cambiate negli anni e per motivi lunghi da elencare la stazione ha smesso di funzionare, per dare spazio a quella nuova, in centro città.

Ciò che è rimasto immutato negli anni è il nucleo familiare che si occupa dello stabile, da sempre. Chiunque sia passato di lì negli anni in cui la banchina era ancora affollata, ricorda la Famiglia Trapani. Il babbo, primo fra tutti, la sua incredibile moglie e i figli Michele e Oscar sono parte integrante della storia di quei muri, e di quella piccola costruzione si sono presi cura ogni giorno.

Ma come negli scambi dei binari, quando le strade cambiano il corso, il macchinista ha da scegliere la via.

Michele ha fatto proprio questo nel 2015. Con grande coraggio ha rivoluzionato la vita della “sua” stazione, regalando a noi cuneesi un gioiello : LA BIRROVIA.

L’ho scoperta lo scorso capodanno, ed è stato amore a prima vista.

Cuneo è nota per essere una città un po’ rigida, abbottonata, dove anche il tempo libero viene vissuto talvolta sottotono. La Birrovia di Michele Trapani ha dato modo a chi come me ha voglia di novità di scoprire djs di altissimo livello, gruppi emergenti e non, con qualità artistiche eccellenti, il bel cinema in bobina, ma anche serate fotografiche e di viaggio.

Aria nuova insomma. Così nuova che il successo è stato immediato.

La Birrovia è una bomboniera in cui mi sento a casa.

E quest’anno la direzione artistica ( nella persona di Michele Dimiccoli) ha dedicato il giovedì sera ai “viaggi in prima classe”. Il piccolo palco verrà calcato infatti da un ospite sempre diverso, che voglia raccontare o raccontarsi attraverso la sua arte, qualunque essa sia ( amici blogger fatevi avanti, che tra voi ci sono perle meravigliose !).

Giovedì 3 novembre tocca a me.

Sarò di fronte al pubblico in qualità di “cinica estetista”, per leggere alcuni estratti del mio Diario, accompagnata dalle raffinate selezioni musicali di Dj Bubu.

Per me, già lo so, sarà un’emozione enorme. Un po’ perché sarò fuori dal mio habitat naturale ( carta penna e silenzio), un po’ perché fino al successo avuto dal “Decalogo della mamma stronza” ho sempre pensato che le mie parole non avessero il potere di viaggiare così tanto. Condividerle con altre persone, in una situazione di vero ascolto, è un regalo che vivo con grande stupore.

Ho da ringraziare chi mi sta dando quest’opportunità che non vedo l’ora di raccontarvi!

Vi lascio alcuni link su cui sbirciare e vi invito a fare un giro da queste parti.

Perché le eccellenze vanno condivise. Sempre.

https://www.facebook.com/events/362755787399811/?ti=icl

https://www.facebook.com/BirroviaCuneo/

https://www.facebook.com/DJ-BUBU-162310582908/

https://www.facebook.com/birrariccardi/

Annunci

6 thoughts on “C’ERA UNA VOLTA UNA PICCOLA STAZIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...